Oggi, 17 novembre, si ricordano i bambini e i genitori guerrieri, che iniziano questa vita un po’ in salita.

La medicina ha fatto passi da gigante e le prospettive per i nati prematuri, migliorano quotidianamente.

Il parto pretermine resta, però, una grande sfida e un momento di grande difficoltà per chi lo vive.

Voglio quindi sfruttare questa ricorrenza, per ricordare una terapia che le mamme sanno fare meglio di tutti:

La kangaroo Mother care!

Questa terapia prevede un contatto pelle a pelle del neonato prematuro con la mamma durante alcune ore della giornata.

Ecco alcuni benefici di quello che sembra una semplice coccola:

  1.  Migliore termoregolazione
  2.  Riduzione della sepsi
  3. Riduzione delle apnee e delle malattie del tratto respiratorio inferiore
  4. Maggior tasso di allattamento al seno
  5. Riduzione della morbilità e mortalità

I genitori che possono sperimentare questa terapia, si sentono inoltre più coinvolti nella vita del figlio prematuro ricoverato e stabiliscono una relazione forte fin dai primi giorni.

Ecco la commovente storia di una mamma e del suo bimbo nato prematuro: